Come affrontare la crisi secondo Einstein
“La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che sorgono l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera se stesso senza essere superato” -Albert Einstein-

 

Albert Einstein non fu solo uno scienziato, si distinse anche per sensibilità umana e profondità filosofica che ne hanno fatto uno dei più importanti pensatori del Novecento. Oggi, in occasione della nostra pillola, vi riproponiamo queste sue celebri parole sul tema della crisi e della paura, condizione che oggi ci riguarda tutti da vicino, alle prese con i dubbi e le incertezze riguardanti il futuro e la Fase 2.

Per Albert Einstein i momenti di crisi sono eventi da non temere ma ai quali reagire, perché possono portare a nuove opportunità.La situazione che stiamo vivendo ci mette in “crisi” e per la maggior parte di noi, affrontare la Fase 2 si sta rivelando forse più complessa del periodo in quarantena. Occorre pensare che i grandi eventi della Storia non sono prevedibili e in alcuni casi, possiamo solo accogliere le nostre paure per iniziare a guardare con nuovi occhi.

La nostra pillola di oggi:

Chi attribuisce alla crisi i suoi fallimenti e difficoltà, violenta il suo stesso talento e dà più valore ai problemi che alle soluzioni.

-L’inconveniente delle persone è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita.

-Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine. Senza crisi non c’è merito.

-E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perchè senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze.

-Lavoriamo duro, l’unica crisi pericolosa, è la tragedia di non voler lottare per superarla.

 

 

 

 

 

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!