“FASE 3” PER GLI STUDENTI

In questo periodo una fascia di popolazione studentesca si sta preparando per affrontare gli esami di fine ciclo per terminare la scuola secondaria di primo grado e la preparazione all’esame di maturità. Quest’anno la sfida è diversa perché il Coronavirus ha obbligato il mondo della scuola ha riorganizzarsi.

Le paure prima di un esame sono sempre le stesse: quell’autore che non hai potuto ripassare o quelle date che proprio non vogliono ficcarsi in testa! Quest’anno però si aggiungono a quei timori, l’incognita covid che ha dettato regole e modalità che hanno investito tutto il mondo della scuola. La pandemia, scoppiata a marzo, ha chiuso in casa tutti gli studenti di ogni ordine e grado, privandoli dell’essenza stessa della scuola. La didattica è stata fatta online ma, inutile negarlo, non sarà mai la stessa cosa. Non solo, sono venuti a mancare abitudini e riti scaramantici, risate e confronti in classe, il supporto dei docenti e quello di sempre fra i banchi di scuola. Per alcuni, l’ultimo anno delle superiori è passato così, tra video online e un nuovo modo di fare scuola. E si conclude con l’esame. Un esame stravolto, non solo per gli studenti ma anche per i docenti. Non hanno avuto la festa rituale dei 100 giorni prima della maturità, non hanno avuto la gita di fine anno né avranno probabilmente il viaggio della maturità. Avranno un colloquio e i saluti, a distanza. Non potranno abbracciarsi né riunirsi fuori da scuola. A voi dedichiamo la nostra pillola di oggi, partendo da una metafora che può aiutare ad assumere il giusto atteggiamento:

E’ importante affrontare la sfida allo stesso modo in cui gli atleti più bravi si preparano per una competizione.

Ma cosa fanno esattamente gli atleti prima di una gara? Vediamolo insieme:

  • studiano il loro avversario: cercano di capire con chi devono confrontarsi; Quindi leggere bene il programma d’esame o gli argomenti scelti per la tesina.
  • comprendono il gioco: conoscono le regole; quindi avere tutte le informazioni sull’esame.
  • valutano la propria posizione nella competizione: conoscono i loro punti di forza e di debolezza;Quindi riflettere sugli obiettivi personali e sulle aree di fragilità.
  • si preparano fisicamente: si allenano, si esercitano e potenziano abilità importanti; mantieni uno stile di vita regolare: dormire 8-9 ore al giorno e alimentazione corretta.
  • si preparano mentalmente: acquisiscono fiducia nelle proprie capacità e sviluppano un atteggiamento vincente; è importante immaginare il momento dell’esame con pensieri ottimisti!
  • creano un piano strategico per il giorno della gara: pianifica e organizza quotidianamente il ripasso, ripetere gli argomenti a voce alta e davanti ad un pubblico (in alternativa lo specchio).

In bocca al lupo! Andrà tutto bene!

 

 

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!